Il Club76 PlayAsti Brumar Fenera si qualifica alle finali nazionali U17

Continua a far sognare il Club76 PlayAsti Brumar Fenera U17. Dopo il titolo interprovinciale e quello regionale, le ragazze di Silvia Asola e Raffaella Giachello si prendono anche il pass per le finali nazionali di categoria, risultando tra le 12 migliori squadre in Italia.

Il successo nel campionato regionale (3-1 in rimonta su Igor Novara) aveva infatti consentito a Brumar di qualificarsi alla fase interregionale. Nel weekend del 3 e 4 luglio, al PalaBosca di Asti, il sodalizio biancoblu ha quindi ospitato il triangolare con le detentrici del titolo regionale della Liguria e della Valle d’Aosta: la vincitrice della fase interregionale si sarebbe guadagnata la possibilità di giocare per lo Scudetto dal 16 al 18 luglio a Salsomaggiore Terme (PR).

Sabato pomeriggio Quarello e compagne sono scese sul campo del palazzetto di via Gerbi, tornato a ospitare una piccola dose di pubblico, per sfidare Ccs Cogne Acciai Speciali: il match è stato letteralmente dominato dal team astigiano-chierese che, concedendo spazio a tutte le ragazze a disposizione, ha compiuto il primo passo verso il successo. 3-0 (25-8; 25-10; 25-11) in nemmeno un’ora.

Domenica pomeriggio, dopo che le valdostane sono uscite sconfitte anche dall’incontro con Normac Vgp Volley Plan, uno tra i primi sodalizi ad aderire al progetto MyClub, le campionesse piemontesi hanno sfidato proprio le cugine genovesi. Sotto gli occhi del sindaco astigiano Maurizio Rasero, accorso per assistere all’impresa del gruppo, le atlete di Silvia Asola hanno strapazzato anche la squadra genovese con un altro solido 3-0 (25-12; 25-13; 25-12).

Il doppio successo si traduce in una prima storica qualificazione alla fase nazionale per il giovane progetto Club76. A giocare per il titolo nazionale ci sarà anche il Club76 PlayAsti Brumar Fenera.

Sono davvero molto contenta – commenta Silvia Asola a concentramento terminato -. Questa qualificazione era tra gli obiettivi, ma in una stagione così complicata le partite ad eliminazione diretta nascondevano ancora più insidie. Tanto merito alle ragazze e allo staff, sempre concentrati per evitare scivoloni”.