Serie C – 3^ giornata - - PLAYASTI ASD

Vai ai contenuti

Menu principale:

Serie C – 3^ giornata

Pubblicato da in News ·
Dedalus – Piemonte Playasti: Debilio C. 6 (capitano), Prandi B. 1, Graziano G. 2, Molino S. 4, Fasano F. 5,  Brignolo C. 7, Quilico A. 8, Centofanti G. 9, Vettorello C. 10, Centofanti L. 11 (libero), Sodano B. 13, Ghiazza L. 15 (libero).

Indisponibile: Caretto C. e Ivaldi G.

1° allenatore: Balzo C.

2° allenatori: Calati A.

Terza giornata, seconda casalinga dopo la vittoria della prima giornata. Il Playasti ospita l’ Issa Novara squadra che si presenta al Palagerbi a punteggio pieno. Due assenze importanti per le padroni di casa, il palleggio Giorgia Ivaldi ed il capitano Chiara Caretto.

Coach Balzo comincia con  Centofanti G.  in regia, Fasano F. opposto, Graziano e Debilio attaccanti di palla alta, Sodano e Molino centrali e Centofanti L. libero.

La partita non è bella, le ospiti puntano sull’efficacia del servizio che mette a nudo le carenze in ricezione delle padroni di casa e l’esperienza delle proprie giocatrici che trovano punti del campo dove le ragazze di Balzo non riescono a difendere. La giornata non brillante delle ali rende inutile la buona prestazione dei centrali, Sodano e Molino, e di Centofanti G in regia.

I primi due set vedono un copione costante, avversari che sbagliano poco e padrone di casa che fanno punti per sè e per le novaresi, peccato che al fondo di ogni parziale gli errori sono sempre superiori ai punti fatti.

Il terzo set è da film horror, si comincia bene e sembra che finalmente Debilio e compagne abbiano trovato il bandolo della matassa e possano cominciare una partita nuova anche se gravata dall’ handicap dei primi due set persi. Sul 14 a 6, si spegne nuovamente la luce e la partita giunge al termine mestamente come era cominciata.

Perdere fa parte del gioco, perdere per una matricola della massima serie regionale ci sta, ma la sensazione spiacevole è stata che il Playasti abbia perso questa partita prima di entrare in campo e questo per una squadra giovane e brillante come quella di Balzo deve essere una situazione che non si deve più ripetere.





Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu