Serie D – girone C – 19^ giornata - - PLAYASTI ASD

Vai ai contenuti

Menu principale:

Serie D – girone C – 19^ giornata

Pubblicato da in News ·



PlayAsti Narconon: Caretto C. 3 (capitano), Vettorello C. 1, Molino S. 4, Fasano F. 5, Ferrante V. 6 (libero), Luison A. 8,  Brignolo C. 7, Centofanti G. 9, Cavallotto M. 10, Centofanti L. 11 (libero), Ivaldi G. 12, Sodano B. 13, Ghiazza L. 15.

Indisponibile:  Graziano G. 2

1° allenatore: Balzo C.

2° allenatori: Ponzone P.

Palagerbi, partita importante, due squadre forti … questi sono gli ingredienti di questa giornata astigiana di pallavolo femminile. Il playasti gioca per mantenere il primo posto, faticosamente conquistato dopo un lungo inseguimento punto a punto e set a set. Il Venaria Real Volley gioca per mantenere ancora vive le speranze di raggiungere il primo posto in classifica o per lo meno tenere lontano il Gavi dal terzo posto, ultimo utile per l’accesso ai playoff.

Coach Balzo cambia le carte in tavola e mette in campo una formazione inedita non tanto nei nomi delle giocatrici quanto nei ruoli, comincia con Ivaldi  in regia, Fasano opposto, Caretto (capitano) e Luison  attaccanti di palla alta, Sodano e Molino centrali e Centofanti L libero.

Il primo set comincia ed è subito chiaro che l’effetto sorpresa colpisce di più il playasti che il Venaria, anche perché le astigiane non riescono a fare gioco e sembrano perse per il campo. Con Ferrante, inserita nel roster come libero, il numero di ali a disposizione si riduce e così viene meno anche la possibilità di porre rimedio in corsa.  Il set scivola via senza alcuna possibilità di reazione.

Nel secondo set Balzo ritorna allo standard e le ragazze sembrano ritrovare i meccanismi che le hanno portate in cima alla classifica. Il secondo set guarda allo specchio il primo, capovolge il risultato e fa vedere un playasti volitivo ed equilibrato.

Il terzo set comincia male, sembrano entrati i campo i fantasmi di un’occasione persa; il primo set non è esistito, il secondo ha rimesso le cose a posto, il terzo bisogna giocarlo punto a punto. Caretto e compagne rimontano un parziale negativo di 5 punti e si portano 18 pari tra il tripudio di un pubblico festante, ma un errore tira l’altro e si ritorna sotto questa volta in modo irrecuperabile, il playasti perde il set e sicuramente un punto, a questo punto si gioca per gli altri due.

Balzo chiama a raccolta la squadra, il momento è di quelli topici per una stagione … il Palagerbi non ha conosciuto ancora la sconfitta delle padrone di casa e questo non è il momento giusto per fare le presentazioni. Si entra in campo per il quarto set e si comprende da subito che la partita non seguirà il copione dei precedenti, improvvisamente le astigiane giocano per il punto in corso senza pensare a come sia andato il precedente e questo le trasforma positivamente, non sembra esserci più la paura, ma solo la voglia di giocare e vincere. Questa nuova consapevolezza porta il match al tie-break e sulle ali dell’entusiasmo porta Caretto e compagne alla vittoria. Il campionato è ancora lungo, ci saranno altri momenti determinanti della stagione, ad inizio partita la vittoria al tie-break sarebbe stato un punto perso, per come sono andate le cose sono stati, probabilmente, due punti guadagnati.



Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu