2^ classificata U18 PlayAsti Narconon torneo "Challenge città di Torri - Unione Sportiva Torri" 13-14-15 aprile 2017 - - PLAYASTI ASD

Vai ai contenuti

Menu principale:

2^ classificata U18 PlayAsti Narconon torneo "Challenge città di Torri - Unione Sportiva Torri" 13-14-15 aprile 2017

Pubblicato da in News ·
PlayAsti Narconon: Caretto C. 3 (capitano), Molino S. 4, Fasano F. 5, Ferrante V. 6, Luison A. 8,  Brignolo C. 7, Centofanti G. 9, Cavallotto M. 10, Centofanti L. 11 (libero), Ivaldi G. 12,, Ghiazza L. 15 (libero).

Indisponibile: Vettorello C. 1.

Allenatore: Balzo C.

13 aprile ore 09.00, Playasti Narconon parte per Vicenza, destinazione 5* Challenge di pallavolo e dalle squadre iscritte nel torneo U18, si capisce perché è un “challenge”: Yamamay Busto Arsizio, Sinergy Stra, Unionvolley, Pallavolo Sicilia, Union Lido Vacanze, per non parlare della fortissima squadra di casa US Torri, tutte squadre che navigano tra la serie C e la B. Obiettivo alla partenza, fare bella figura e non farsi male per non compromettere il finale di stagione che vede le astigiane in testa alla classifica del girone C della serie D in piena lotta con Ovada per il passaggio diretto in serie C.

L’ inizio è di quello da far tremare le gambe, la sorte ci ha inserito nel girone della padrona di casa e la prima partita ci vede opposti all’US Torri. Si comincia e si comincia alla grande 19 a 8 per le ragazze di Balzo, poi black-out totale e “remuntada” delle giocatrici di Vicenza che prima approfittano dei numerosi errori delle astigiane e poi fanno vedere una pallavolo di alto livello, con pochi errori ed una grande incisività in attacco. La prima partita è persa, ma la rimonta subita e la sconfitta fanno scattare in Caretto e compagne la voglia di rivincita e la consapevolezza della propria forza (US Torri vs Playasti 2-0: 26/24, 25/17).

La seconda partita del girone diventa subito determinante, si affronta il Lardini Filotrano che nel frattempo ha vinto 2-0 la sua prima partita contro ASD Golden Volley. Le astigiane entrano in campo determinate e pronte a convincere tutti che il passaggio a vuoto del primo turno è stato solo un incidente. Partita senza storia: Playasti Narconon vs Lardini Filotrano 2-0: 25/13; 25/15. Bisogna aspettare la mattina del secondo giorno per avere la certezza di giocare nella parte del tabellone che qualifica le squadre dal primo all’ottavo posto. Alle 09.00 si gioca Asd Golden Volley vs Playasti Narconon ed il punteggio 2-0 (25/15 e 25/13) per il Playasti dimostra che il “mattino ha l’oro in bocca” e le astigiane di Balzo possono giocare tra i grandi club di questa manifestazione. Intanto alle 10.30 arrivano due clamorose notizie che danno ragione, se necessario, dell’altissimo livello della competizione … due delle squadre favorite per la vittoria finale Yamamay e Unionvolley vengono sconfitte rispettivamente da Sinergy Stra e Pallavolo Sicilia sconvolgendo le previsioni che le vedevano ampiamente prime nei rispettivi gironi.

Alle 15.00 si giocano i quarti di finale ed in quanto seconda del girone Playasti incontra Union Lido Vacanze che ha vinto in scioltezza il girone B. Partita sulla carta impossibile, contro un avversario che costituisce lo zoccolo duro della squadra che gioca in serie B2, quindi due categorie sopra le atlete piemontesi.  Si comincia ed ancora una volta le ragazze di Balzo dimostrano di saper approcciare bene le partite vincendo quasi in scioltezza il primo set (25/22). Sembra un miracolo, anche per la differenza di fisico in campo. La reazione delle ragazze di Jesolo non si fa attendere ed il secondo set sembra spegnere tutti i sogni di gloria di Caretto e compagne, mettendo in evidenza tutta la forza fisica e tecnica delle venete che vincono 25/17. Si va al tie-break, di per sé già un buon risultato. Asti tiene duro e quando sembra che la strada sia segnata a favore delle venete, sul 13-12, Caretto tira un attacco a tutto braccio, magistralmente servita da Ivaldi, e la palla passa tra le altissime mani del muro e si infrange sul parquet in modo fragoroso, fragoroso almeno quanto l’urlo del capitano e delle compagne … 13 pari. Il cuore delle ragazze di Balzo va oltre l’ostacolo ed inaspettatamente portano a casa tie-break (16/14) e partita. Playasti è tra le prime quattro, tra l’altro unica squadra piemontese, perché nel frattempo arriva la notizia della sconfitta dell’Unionvolley contro il Sinergy Technoship Stra Venezia squadra di B2 che dopo essersi tolta la soddisfazione di battere Yamamay nel  girone, batte al tie-break la squadra di coach Moglio.

Alle 18.00 cominciano le semifinali: Yamamay Busto Arsizio vs US Torri da una parte e Sinergy Technoship Stra vs Playasti Narconon dall’altra. A questo punto i pronostici sono tutti a favore di Yamamay e Sinergy, ma sia US Torri che Asti non ci stanno a fare da comparsa. Onore a US torri che cede la finale per il primo posto alla Yamamay solo al tie-break, ma il titolo di sorpresa del torneo, vinto per distacco, spetta al Playasti che dopo aver perso il primo set 17/25, contro una squadra apparsa più forte, fisicamente e tecnicamente, ha saputo reagire e ha dimostrato che a giocare quella semifinale non c’era per caso. Secondo set epico, pochissimi errori, tutte le ragazze di Balzo hanno giocato al 110%: regia perfetta di Ivaldi, il ministro della difesa Centofanti Laura ha intrapreso una personale battaglia con ogni cm del parquet amico dove la palla non doveva cadere, Caretto in versione superstar ha dimostrato di essere l’attaccante più forte in campo, anche al cospetto di fortissime giocatrici avversarie tra le quali Jasmine Zanetti che alla fine verrà premiata come migliore attaccante del torneo, Fasano e Ferrante si sono divise la scena da S2 dando entrambe un grande contributo sia in attacco che in difesa, stesso discorso per Brignolo e Luison nel ruolo di opposti. I centrali Molino e Cavallotto hanno ingaggiato una battaglia all’arma bianca contro i giganti al di là della rete mettendo molto spesso le mani alte a difesa del campo amico. Il secondo set è a favore di Asti sotto gli sguardi increduli di tutti. Il tie-break vede il Playasti in modalità “trance agonistica”, le giocatrici seguono alla lettera i dettami di coach Balzo e sembrano fare sempre la scelta giusta. Tutto ci si poteva attendere tranne un tie-break senza storia, ma Caretto e compagne credono nell’impresa e non indietreggiano di un millimetro lottando come tigri su ogni palla,  Centofanti Giulia, non trovando spazio nel ruolo di palleggio, per la presenza di una insostituibile Ivaldi, ha trovato il modo di rendersi utile nel tie-break tirando 5 battute con due ace. Il punteggio finale del terzo e decisivo parziale è 15/6 per Playasti che urla a squarciagola … Finale, finale!!!

E finale sia … ore 14.00 del 15/4/17: Playasti Narconon vs Unet Yamamay Busto Arsizio.  Palasport pieno e grande soddisfazione per essere arrivati a questo punto del torneo.

Esaurita la scorta di miracoli, il Playasti è costretta a cedere in due set contro le fortissime atlete lombarde, in entrambi i parziali Playasti tiene duro nella prima metà, ma poi cede nei finali contro lo strapotere di Yamamay (16/25; 17/25).
Da segnalare, oltre allo strepitoso risultato di squadra, anche il premio individuale come miglior palleggio del torneo all’alzatrice del Playasti Giorgia Ivaldi.

Un grande applauso va a coach Balzo che come al solito ha saputo ottenere il massimo dalle sue ragazze ed il modo migliore per descrivere quanto accaduto a Vicenza, visto in ottica Playasti, è rubare, alla lettera, le parole con le quali l’allenatore astigiano ha definito la prestazione delle sue ragazze:

“Ci hanno fatto vivere emozioni indimenticabili. Una finale raggiunta lasciando tutti a bocca aperta. Giocato con una determinazione che loro stesse non pensavano di avere. Battuti i grandi … si sono arrese solo davanti ai giganti”. E … scusate se è poco!!!








Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu