Il PlayAsti torna a sorridere con la capolista Vercelli

 

Splendido successo del PlayAsti tra le mura amiche: la capolista Vercelli si deve inchinare 3-1 (25-15; 25-7; 21-25; 25-17).

Tornano a giocare al Palagerbi le biancoblu di Bellagotti, reduci dal brutto ko esterno patito con il Lilliput lo scorso sabato. Rispetto all’incontro di Settimo Torinese, il coach può nuovamente contare su Caretto e Dametto, rientrate dopo i problemi fisici, e su una Calabrese ancora a mezzo servizio. Da registrare, inoltre, il rientro dall’infortunio di Giorgia Ivaldi, ora a disposizione della squadra.

A dimostrazione del fatto che quello di sabato scorso sia stato un semplice incidente di percorso c’è già la buona prestazione offerta giovedì nel test match con il Libellula Volley di Bra. Le astigiane si presentano quindi di buon umore alla 17^ giornata con Zampis in regia opposta a Federica Fasano, Caretto e Dametto in banda, Soriani e Arianna Fasano al centro e Sandrone libero.

Dall’altra parte della rete c’è un Mokaor in leggera crisi: dopo la sconfitta rimediata a Montalto Dora, le vercellesi hanno perso un punto anche nello scontro interno con l’Almese e si presentano ad Asti con 5 lunghezze di vantaggio sulle padrone di casa.

Nel primo set è il campo a parlare: il PlayAsti prende saldamente in mano la situazione, con Zampis che sfrutta al meglio una ricezione funzionante, permettendosi una distribuzione omogenea. Si cambia campo sul punteggio di 25-15.

Il secondo parziale è ancora più doloroso per le ospiti che faticano a limitare gli errori e finiscono per cedere sotto i colpi di Caretto e Dametto, incisive sia in attacco sia a muro, e di una Federica Fasano ancora molto concreta. Il 25-7 finale racconta perfettamente l’andamento del set.

Ora Vercelli è consapevole di avere l’ultima chance per provare a rientrare in partita e inizia a macinare gioco. Le padrone di casa soffrono in qualche rotazione e, nonostante i positivi ingressi di Quarello, Mussa e Cattaneo, si devono arrendere 21-25.

Ancora una volta sembra che le astigiane non riescano a capitalizzare e il quarto set si preannuncia combattuto. Ma, a metà del parziale, Soriani suona la carica, sfruttando la qualità della ricezione e della difesa di Sandrone: il PlayAsti riesce ad imprimere l’accelerazione decisiva e finalmente ritrova la vittoria da tre punti.

Coach Bellagotti è soddisfatto della prestazione delle sue atlete: “Siamo rimaste concentrate per tutto il match e ci siamo meritate la vittoria. Peccato che il match non valesse il primato in classifica, ma il campionato è ancora lungo e la classifica ora si è accorciata”.

“L’MVP? La squadra – ha risposto convinto -. Quando siamo andati in difficoltà, ho visto che le ragazze si sono fatte forza l’una con l’altra e la reazione ci ha permesso finalmente di evitare il tie-break”.

Grazie ai 3 punti guadagnati, le biancoblu consolidano il terzo posto in classifica e si trovano ora in solitaria a due punti dalla vetta, occupata da Vercelli e Lasalliano (vincente a Montalto Dora).

Sabato prossimo il PlayAsti sarà impegnato a Pinerolo (inizio gara ore 17.30) con l’UnionVolley. Non deve ingannare il netto 3-0 dell’andata: le avversarie sono temibili e possono rientrare pericolosamente nella corsa alla zona Playoff.

Tabellino: Calabrese 2, Caretto 17, Cattaneo, Dametto 11, Fasano A. 1, Fasano F. 10, Mussa 1, Quarello, Sandrone (L1), Soriani 18, Zampis. N.e.: Ghiazza(L2), Ivaldi.

Classifica: Caffè Mokaor Vercelli, Ascot Lasalliano 39; PlayAsti 37; Vbc Savigliano 36; UnionVolley 31;  Lpm Banca Alpi Marittime 29; Venaria Real Volley, San Paolo 26; Isil Volley Almese Massi 24; Vega Occhiali Rosaltiora 22; Cantine Rasore Ovada 20; Pallavolo Montalto Dora 17; Lilliput 7; Gavi Volley 4.