Serie C: passo falso con il Lilliput

 

È una sconfitta dolorosa quella patita ieri dal PlayAsti sul campo del Lilliput: il 3-2 (17-25; 25-23; 22-25; 25-21; 17-15) in favore delle padrone di casa non consente alle biancoblu di consolidare la seconda piazza, ceduta al Lasalliano.

Sulla carta il match si presentava a senso unico, con le astigiane reduce da 8 successi consecutivi e la squadra di Settimo Torinese ultima in classifica con solo 2 punti conquistati. Ma, ancora una volta, la pallavolo si conferma sport imprevedibile e soprattutto severo verso chi non riesce a essere cinico.

Per l’ennesima giornata, coach Bellagotti deve fare i conti con l’infermeria piena. Alle preannunciate assenze di Caretto e Dametto (che già in settimana avevano riportato problemi fisici) si aggiunge il forfait di Calabrese, costretta a rinunciare al match dopo il riscaldamento.

Il sestetto titolare è quindi composto dalla diagonale Zampis – Federica Fasano, Soriani e Arianna Fasano al centro, l’inedita coppia Mussa – Occelli in banda e Sandrone libero. La situazione è problematica, dato che al centro non ci sono cambi e soltanto Cattaneo (subentrata in tutti i set in seconda linea) può dare respiro ai martelli astigiani.

Il PlayAsti prova a lasciarsi alle spalle la situazione difficile ed entra in campo con la grinta giusta: la distribuzione di Zampis è efficace e Federica Fasano risponde subito presente. Il primo parziale termina dunque sul 17-25.

Le biancoblu, convinte di aver in pugno l’incontro, rallentano il ritmo e il Lilliput non le perdona. La rimonta finale nel secondo set, arrivata anche grazie a una consistente prestazione di Mussa, non è sufficiente a riparare i danni e le padrone di casa pareggiano i conti sul filo di lana (25-23).

Il terzo set è una lotta serrata. Dopo aver tenuto testa alle astigiane per quasi tutto il parziale, le ragazze di Settimo si devono arrendere sotto i colpi di una inarrestabile Soriani (autrice di 7 punti nella terza frazione).

Come spesso accade, le astigiane non riescono a concretizzare i 3 punti e il quarto set, molto teso e equilibrato, viene vinto dal Lilliput 25-21.

Nel tie-break le biancoblu si guadagnano un paio di match point, ma finiscono per cedere, non senza proteste per una discutibile scelta arbitrale, 17-15.

“Senza dubbio la giornata è stata difficile – ha commentato coach Bellagotti –, ma quello che ci manca (e non è la prima volta) è un po’ di consapevolezza nei nostri mezzi. Chi è stato chiamato in campo ha sicuramente fatto vedere buone cose, ma purtroppo ci sono momenti in cui dobbiamo chiudere il match e invece ci manca la zampata vincente”.

Alessio, che spera di recuperare tutte le sue atlete per affrontare il prossimo incontro con il roster al completo, è comunque fiducioso: “I risultati dimostrano che il campionato è molto equilibrato. Continuando a lavorare, possiamo metterci alle spalle questi problemi e giocarci davvero qualcosa di importante”.

Dalla possibilità di affrontare la capolista Vercelli con l’obiettivo di guadagnarsi il primato del girone il prossimo sabato, il PlayAsti, con questo passo indietro, si trova invece a dover difendere la terza piazza, condivisa con il Savigliano, uscito indenne dalla trasferta a Ovada.

Sabato 23, alle 21, al Palagerbi arriverà infatti il Caffè Mokaor Vercelli, reduce dal successo (soltanto al tie-break) sull’Isil Volley Almese. Le due compagini si affronteranno a viso aperto e il match si preannuncia tanto spettacolare quanto equilibrato. Tutti invitati a sostenere il PlayAsti!

Tabellino: Caretto, Cattaneo 2, Dametto, Fasano A. 5, Fasano F. 15, Mussa 10, Sandrone (L1), Soriani 26, Zampis, Occelli 3, Calabrese, Ghiazza (L2).

Classifica: Caffè Mokaor Vercelli 39; Ascot Lasalliano 36; PlayAsti, Vbc Savigliano 34; UnionVolley 31; Lpm Banca Alpi Marittime 27; San Paolo 25; Venaria Real Volley 23; Isil Volley Almese Massi 21; Vega Occhiali Rosaltiora, Cantine Rasore Ovada 19; Pallavolo Montalto Dora 17; Gavi Volley, Lilliput 4.